OGNI FINE è UN NUOVO INIZIO

Eccoci all’ultima email di questa Newsletter che ci ha accompagnato durante lo strano anno 2020. Non sapevo bene cosa sarebbe stata quando ho deciso di crearla a Gennaio, ma sono felice di averla fatta perchè, anche se in certi momenti ho trovato difficile trovare le parole giuste per accompagnare ciascuno nelle proprie sfide in un periodo così assurdo, alla fine mi ha insegnato molto.


Questo appuntamento mensile mi ha permesso di andare al di là delle mie incertezze e focalizzarmi sul tema che mi è stato più a cuore in questo giro attorno al sole: riconnettersi coi cicli naturali per ritrovare il proprio centro, la fonte di stabilità nonostante le circostanze, e supportare il risveglio dell’intelligenza naturale, l’intuito, che guida nel trovare soluzioni creative ad ogni tipo di problema. 

Troppo spesso a scandire il passare dell’anno solare sono festività di calendari religiosi e commerciali introdotti da autorità nelle quali molta gente neanche si riconosce, ma non si sa quando siano i solstizi o i cicli lunari e che effetti abbiano sul nostro equilibrio interiore. Come mai è più comune sapere quando è San Valentino che non gli equinozi? e quale dei due ha una veritiera rilevanza sui nostri meccanismi di trasformazione psico-fisica?

Nel realizzare quanto la società moderna ci abbia distanziati dalla nostra natura essenziale, in un anno come questo, ho personalmente trovato conforto e stabilità nel risvegliare il collegamento coi ritmi della natura e sono felice di avere condiviso questo percorso con voi introducendo maggiore consapevolezza dei cicli naturali nel quotidiano vivere. 

Questo è stato un anno in cui abbiamo sicuramente imparato tanto di noi stessi e di che cosa è veramente importante. Ad alcuni è stato imposto di rallentare e sperimentare stati di solitudine, ad altri sono state date enormi responsabilità o lavoro a dei ritmi così intensi da sembrare impossibile da sostenere. Si sono vissute diverse forme di pena e si sa che la sofferenza fa crescere. In qualsiasi modo si sia passato quest’anno così assurdo, non si può dire che non sia stato profondamente e radicalmente trasformativo.

In questo ultimo mese dell’anno ti invito ad onorare quello che hai realizzato. Il tempo passa molto più in fretta di quello che ci sembra ed è solo portando attenzione ai cambiamenti che viviamo che ci rendiamo conto della trasformazione. Onoriamo chi siamo ora, alla fine di quest’anno, quello che abbiamo imparato e quello che siamo riusciti a fare. 

Questo è stato un anno in cui abbiamo sicuramente imparato tanto di noi stessi e di che cosa è veramente importante. Ad alcuni è stato imposto di rallentare e sperimentare stati di solitudine, ad altri sono state date enormi responsabilità o lavoro a dei ritmi così intensi da sembrare impossibile da sostenere. Si sono vissute diverse forme di pena e si sa che la sofferenza fa crescere. In qualsiasi modo si sia passato quest’anno così assurdo, non si può dire che non sia stato profondamente e radicalmente trasformativo.

In questo ultimo mese dell’anno ti invito ad onorare quello che hai realizzato. Il tempo passa molto più in fretta di quello che ci sembra ed è solo portando attenzione ai cambiamenti che viviamo che ci rendiamo conto della trasformazione. Onoriamo chi siamo ora, alla fine di quest’anno, quello che abbiamo imparato e quello che siamo riusciti a fare. 

Per quel che mi riguarda quest’anno il mio senso di gratitudine è esploso in tutti i sensi. Nella totale incertezza di questi tempi, sento profondamente che non mi manca nulla e sono felice. Sono grata per tutto quello che ho e per quello che sono riuscita a fare. Per questo vi ringrazio di cuore per aver condiviso questo viaggio nel 2020 con me. 

Con profondo affetto vi auguro di passare bene questo periodo di feste, circondati da bellezza, luce e amore. 

Meditazione

Chiudiamo il ciclo dell’anno tornando al tema con cui ho aperto questa Newsletter a Gennaio: l’importanza e l’utilità della meditazione. Abituati fin da piccoli al continuo incessante movimento, nella mente e nel corpo, in età adulta sembra impossibile poter controllare il flusso di pensieri arrendendosi troppo spesso a vivere in uno stato d’essere confuso, agitato e nervoso. 

Il problema di avere un costante rumorio nella mente è l’identificazione col rumore. 

Meditare aiuta a comprendere che noi non siamo i nostri pensieri e che oltre le voci c’è il silenziouna nuova dimensione di sè, ricca di saggezza e leggerezza che è troppo spesso ignorata risultando inevitabilmente in diverse forme di sofferenza.

Meditare significa osservare i movimenti della mente senza giudizio né attaccamento. Questa antica pratica permette di esplorare la mente, comprendere l’origine dei pensieri e osservare la profondità del subconscio che è formato da materiale che è il risultato di programmazioni e condizionamenti inconsci spesso ricevuti in giovane età. Questo lavoro permette poi di fare pulizia di quelli superflui e tossici che rovinano la nostra energia e selezionare quelli che invece si intende coltivare consapevolmente per indirizzare la propria vita come si desidera davvero.

La meditazione è accessibile sempre a tutti senza discriminazione, e ci permette di uscire dalla nostra testa ed entrare nel nostro cuore per osservare la realtà con il sesto senso: il senso di Sè e l’intuizione. Quest’ultimo ci mette in connessione con le dimensioni dell’invisibile. Se questo mistero spaventa è solo perchè non lo si conosce, in realtà fa parte del nostro essere ed esiste per aiutarci ad evolverci

Raggiungere uno stato meditativo richiede pratica, pazienza e costanza. Per quanto quest’esercizio all’inizio possa risultare difficile, è un lavoro i cui benifici sono infiniti e che migliora la vita. Uno stato mentale consapevole ci aiuta a vivere nel presente, distogliendoci dai pensieri inutili legati al passato (rimpianti e depressione) o al futuro (ansia e stress) e questo favorisce un senso di gratitudine per quello che si ha e si vive qui e ora e una inevitabile felicità d’essere.

Picture by @silicon.for.lunch

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s