Evoluzione radicale

In questi ultimi mesi ho sviluppato diversi programmi e progetti incentrati sul risveglio del proprio potenziale e sulla riconnessione col proprio potere autentico. Se già ero convinta che la pratica dello asana-yoga faccia miracoli nel migliorare la salute di chiunque, gli eventi di quest’anno, con tutte le sfide che portano con sè, hanno risvegliato in me il desiderio di andare oltre l’aspetto fisico e diffondere in maniera più assidua pratiche spirituali di profonda guarigione in grado di riportare chiunque al proprio centro e, in uno stato di pace interiore, in grado di far riafforare il ricordo dell’essenza del proprio Essere.

Nella tradizione yogica la vita è un’esperienza fisica, mentale, emotiva e spirituale di continua trasformazione e crescita in un processo evolutivo. In questo senso è importante conoscere i nostri strumenti e il loro funzionamento per dirigere consapevolmente la vita nella direzione che si desidera veramente. Conformarsi alle influenze esterne e accettare il percorso prestabilito comunemente definito “normale” di vita è quello che spesso blocca la creatività, il coraggio e l’autentico processo evolutivo dell’individuo.

L’identità, la personalità e il corpo che ognuno di noi ha, sono veicoli di evoluzione, mentre le decisioni e le azioni che prendiamo sono mezzi di evoluzione. In ogni momento con le nostre intenzioni diamo forma alle nostre esperienze.

Raggiungere uno stato di potere autentico è l’obiettivo evolutivo di ogni essere cosciente ed è strettamente connesso con il successo personale. Per potere autentico intendo quello interiore che ognuno di noi ha nel momento in cui è in controllo di sé, del proprio corpo, della propria mente e della propria energia. È importante connettersi con questo aspetto di sé per dare senso alla propria vita, perché ogni forma di realizzazione personale che rincorre l’ottenimento di potere esterno (beni, fama, influenza, ecc.) senza un solido e sviluppato potere interiore è in realtà fonte di attaccamento, dipendenza e in definitiva di sofferenza.

Il fatto di distaccarsi dall’attaccamento materiale del potere esterno non significa fare la scelta di vivere di miseria come un asceta nella foresta. Al contrario, vivere in allineamento col proprio potere autentico è sviluppare la capacità di avere successo nel mondo restando fedeli a sé stessi, onorando la propria natura essenziale e sviluppando le proprie capacità in allineamento con essa.

Crescere vuol dire perdere certezze
Inutile tenersi ancorati, meglio la libertà, meglio la scoperta

Igor Sibaldi

Yoga Sutra è la collezione di aforismi scritta da Patanjali circa duemila anni fa in India in cui sono racchiusi i principi fondamentali sulla teoria e la pratica dello yoga e le linee guida per una vita significativa. In questo antico testo si distinguono otto stadi del cammino dello yoga e il secondo presentato è Niyama, ovvero cinque concetti di condotta personale e disciplina interna.

Santosha 
Il secondo degli niyamas, santosha, è grazia, soddisfazione e appagamento. É essenzialmente uno stato di equanimità di fronte alle differenti esperienze della vita, una capacità di neutrale osservazione delle esperienze in uno stato di imparziale contentezza.

Si collega alla realizzazione della relatività dell’esperienza della vita, alla fede che tutto quello che succede, succede per noi e non a noi, alla capacità di rimuovere il giudizio criticante dell’Ego sull’esperienza e di abbandonarsi semplicemente a quello che è smettendo di creare resistenza. 

Santosha non è necessariamente legato alla materialità del concetto di appagamento e soddisfazione o all’idea di “accontentarsi” di ciò che si ha, ma piuttosto la capacità di vivere con grazia ogni momento della vita indipendentemente dalle circostanze. É fondamentalmente la realizzazione che lo stato di grazia esiste perpetuamente.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento e condividilo con chi può trovarlo interessante

Namaste

This image has an empty alt attribute; its file name is namaste.jpg

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s