L’Equilibrio delle Energie

Il 21 giugno abbiamo superato la prima metà dell’anno, quella in cui le ore di luce aumentano fino a raggiungere l’apice in quel giorno e cominciano a diminuire fino al giorno più corto dell’anno, il Solstizio d’inverno, il 21 Dicembre. Abbiamo dunque appena cominciato la fase calante dell’anno. Mi faccio ispirare dal momento di passaggio per parlare delle polarità.

Tutti noi, indipendentemente dal genere, abbiamo due principali flussi energetici dell’essere, quello maschile e quello femminile, che sono strettamente collegati con il concetto di energia solare e energia lunare. È intuitivo, ma comunque importante sottolineare che questi due flussi energetici hanno caratteristiche opposte ma complementari e sono egualmente fondamentali per lo sviluppo personale. Non è possibile vivere pienamente in uno stato di benessere psico-fisico se si coltiva in maniera squilibrata solo uno o l’altro.

Vediamone le caratteristiche per capire meglio come ci influenzano e come possiamo con consapevolezza trovare il giusto equilibrio e diventare persone complete, realizzate e affidabili.

L’energia maschile, quella solare, è associata ai concetti di idea e di azione e all’elemento del fuoco. Coinvolge gli aspetti dell’intenzione, della motivazione, della forza di volontà e dell’azione corretta spontanea. Quando questa energia è equilibrata ci muoviamo vigorosamente con risolutezza, chiarezza, rispetto, assertività, saggezza intuitiva, disciplina, determinazione, coraggio e la volontà profonda di andare oltre. Il nostro dinamismo rispecchia una vitalità profondamente radicata, una forte fiducia in sè stessi e l’integrità che ispira fiducia e sicurezza. Al contrario quando l’energia maschile è in squilibrio si possono manifestare forme di rabbia, colpa, vittimismo, letargia, collera, aggressività, giudizio, freddezza, indifferenza, avidità, ambizione smodata, desiderio di potere, egocentrismo e divisione.

L’energia femminile, comunemente considerata lunare, è associata ai concetti di creazione e intuizione e all’elemento dell’acqua. Coinvolge gli aspetti del sostentamento, dell’adattabilità e della fede. Quando questa energia è equilibrata ci muoviamo fluidamente, aggraziati, siamo in grado di accedere all’infinita abbondanza di risorse in una costante comprensione dei tempi, abbiamo una visione espansiva e un radicato desiderio evolutivo che è la nostra connessione col divino che c’è in noi ed è essenzialmente la natura stessa che desidera attraverso di noi. Il femminile è energia vitale, gioia di vivere, creatività, piacere, sensualità, generosità, gentilezza, entusiasmo, giocosità, sicurezza, fierezza, fiducia, la capacità di lasciare andare e la maturità emozionale. Quando l’energia femminile è in squilibrio si possono manifestare forme di paura, autolesionismo, insicurezza, attaccamento, onta, senso di colpa, rimprovero, sottomissione, aggressività passiva, sbalzi di umore, depressione, incapacità di esprimersi e di realizzarsi.

Il maschile rapprensenta il seme, l’idea che sorge nel silenzio e nella quiete interiore, e il femminile l’ambiente fertile in cui ha luogo il movimento generatore, e sono entrambi fondamentali nel processo creativo. Il femminile ha bisogno di un ambiente sicuro per (pro)creare. Se l’energia maschile non è centrata e forte, l’energia femminile sarà timida e bloccata.

In quanto co-creatori dell’esperienza che viviamo, per realizzarci personalmente, abbiamo la responsabilità di coltivare sia l’immaginazione che la creatività. Lo squilibrio di uno dei due flussi energetici comporta o un eccessivo lavorio mentale accompagnatto dall’incapacità di agire o un’eleveta manualità al servizio dell’inventiva altrui. Visto che ci muoveremo naturalmente sempre in direzione dell’equilibrio, se non si trova interiormente uno stato di sovranità individuale, qualcuno dall’esterno verrà a sopperire alla nostra incapacità creando inevitabilmente un rapporto di dipendenza energetica.

Quando si trova interiormente il giusto equilibrio tra le polarità è possibile operare da uno spazio di vero amore, che è quello che sorge da una conoscenza di sè, di libertà, che è il risultato della sovranità interiore, e muoversi a favore della vita vivendo serenamente ogni esperienza. Infatti, se siamo forti internamente e crediamo in chi siamo, diventiamo inevitabilmente affidabili, onesti, rispettosi, trasparenti, chiari, aperti e possiamo stabilire delle relazioni sane in tutti gli aspetti della vita, dalla sfera sentimentale a quella famigliare, da quella professionale a quella sociale.

Ancora una volta sottolineo l’importanza di osservarsi e conoscersi per poter mettere in moto quei cambiamenti necessari per guarire gli aspetti feriti della nostra coscienza. Solo così potremo compiere la trasformazione, sempre possibile, verso la versione equilibrata e realizzata di noi stessi. Quello è lo stato di coscienza in cui saremo in grado di godere di ogni momento della vita, favorevole o meno, con la grinta e l’entusiasmo di un bambino che si affaccia sul mondo pieno di innocente curiosità.

EQUINOX 1

Il corpo & la mente

Sfruttando l’influenza naturale di questa parte dell’anno in cui l’energia solare comincia lentamente a calare a favore di quella lunare, più introspettiva e intuitiva, vi invito ad osservare quali sono le dinamiche ricorrenti in cui la vostra energia maschile e la vostra energia femminile (indipendentemente dal vostro genere) risultano in squilibrio.

È naturale che gli sbilanciamenti più importanti della polarità energetica interiore emergano con gli affetti più vicini. Infatti è nei rapporti più intimi, in cui ci lasciamo andare, che emergono gli aspetti della nostra personalità e della nostra coscienza che devono essere notati, osservati, compresi, guariti e lasciati andare.

Sappiate che per una dinamica karmica gli stessi problemi e le stesse dinamiche tenderanno a ripresentarsi finchè questo lavoro di guarigione e affinamento consapevole non è svolto e risolto.

Questo lavoro di miglioramento e trasformazione non deve attendere domani. Comincia tutto nel momento in cui lo decidi tu ed ora è il momento ideale. Anche perchè non esiste altro momento che ora. Invito vivamente a combattere la procrastinazione, a coltivare il coraggio necessario per affrontare le proprie sfide personali e fare del desiderio evolutivo uno stile di vita. 

Ogni passo verso la comprensione delle proprie dinamiche interiori e la guarigione è un successo e va riconosciuto come tale e tutto comincia dalla presa di consapevolezza.

Conosciamoci a fondo per imparare a controllarci, questo è il nostro dovere in quanto esseri consci, consapevoli e sovrani. Se non adempiamo al nostro dovere ci condanniamo a un’esistenza di sofferenza assicurata, mentre se lo facciamo, ci garantiamo una vita stimolante e felice.

Se avete domande sull’argomento e desiderate approfondire ulteriormente, vi invito a contattarmi. 

Se sei interessato/a a una consulenza per determinare un piano di pratiche di yoga personalizzato volto al raggiungimento di specifici obiettivi energetici, contattami.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s